Andel
Andel : Liberty a La Spezia
il 5/5/2010 18:40:00 (9227 letture)

Manifesto del Liberty spezzino

Gli amministratori della città a pochi anni dall'Unità d'Italia lanciano il primo segnale di apertura all'Arte- Industria con l'acquisto del Palco della Musica, che non è solo un prezioso oggetto di arredo urbano, ma è emblema di una mentalità modernista che si preoccupa di progettare lo spazio urbano per rendere gradevole, allegra, una città in fase di industrializzazione. Ė una precoce anticipazione dei temi fondamentali della poetica estetica del Liberty quali la trasparenza, la luce, il colore e dalla forte valenza spaziale, tipica dello stile. Per tutti questi aspetti il palco della musica può considerarsi il manifesto del Liberty spezzino.

giardini spezia

Liberty a La Spezia

La Prima Esposizione Internazionale d’Arte Decorativa Moderna di Torino del 1902 segna ufficialmente l’ingresso del Liberty in Italia ma a La Spezia il fenomeno è già in piena espansione, preparato da eventi locali e nazionali di enorme portata.- I fattori che concorrono alla fioritura del nuovo stile, sinonimo di libertà sono molteplici, primo fra tutti, la decisione di Cavour di creare a La Spezia la base militare più importante del Regno d’Italia, dalla quale scaturisce un’autentica Rivoluzione Industriale, portatrice di disagi ma anche di progressivo benessere ed entusiasmo per le Arti e l’Architettura. - Molto attenti alle vicende italiane e straniere sono gli amministratori locali come G.B.Paita, tre volte sindaco della città, tra i primi ad aderire alla Giovane Italia, deputato provinciale nel 1866, promuove insieme al sindaco G.B. Carrani Massa l’acquisto del Palco della musica, la costruzione delle case operaie (1885-1889) e il Porto Mercantile (1894-97), decisioni illuminate che aprono la strada al Liberty con l’edificio di E.Bianchi, su progetto di C.Piaggio, 1899.

Cavour, il generale Chiodo e l'Arsenale Militare a La Spezia

La sinergia tra il periodo storico, la peculiarità del territorio e i personaggi che si sono avvicendati a La Spezia tra l'Unità di Italia e il primo ventennio del '900 ha creato la città come oggi la conosciamo.
Grazie alla sua morfologia ricca di insenature 'porti naturali' fu scelta da Camillo Benso conte di Cavour e dal Generale Domenico Chiodo per farne la base navale più importante del Regno Unito. Inizia così lo sviluppo dell'urbanistica con la costruzione di nuovi edifici militari e privati, fabbriche e fucine artigianali che seguivano i principi dell'Art and Crafts londinese.

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend Create a PDF from the article



Palco della Musica - La Spezia
palco della musica,manifesto del Liberty spezzino
monografia


 
:: Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty. Architettura, Arti, Artigianato. Presidente Valeria Scandellari / Italia / Liguria / ::
Site By ScreenStyle::